Come guadagnare allevando Chiocciole Giganti?

Allevare un animale domestico, generalmente comporta solo delle spese. Le chiocciole, però, ci riservano delle belle sorprese…

Allevare un animale domestico, generalmente comporta solo delle spese. Le chiocciole, però, ci riservano delle belle sorprese. Alla fine ti svelo anche un trucco che c’entra poco con l’allevamento, ma mi ha permesso di iniziare con un bel budget.

Ora andiamo ad analizzare tutte le spese da sostenere per iniziare e poi le possibili entrate… perché sì, ci possono essere anche delle buone entrate!

SPESE:

TERRARIO (15€-50€): Il grosso della spesa sta nell’investimento iniziale, infatti bisogna acquistare un box in plastica, il terriccio ecc. Ma vi spiego tutto in maniera più dettagliata in questo articolo, in cui analizzo anche i prodotti più convenienti su internet. Diciamo che la spesa iniziale per il box va dai 15€ ai 50€, in base a quanto vogliamo spendere e al numero di lumache che vogliamo allevare.

TERMOSTATO + SERPENTINA (40€-80€): Consiglio di acquistare anche una serpentina riscaldante con termostato per l’inverno; questa in genere non costa pochissimo. Ho trovato un’accoppiata abbastanza conveniente, disponibile sia su Amazon che su Ebay (ultima revisione: maggio 2022).

LE CHIOCCIOLE (0€-100€): Anche qui dipende da molti fattori: la specie che vogliamo allevare, l’età, se acquistiamo da un allevatore o in un negozio fisico.

CIBO (0€-10€ al mese per un paio di esemplari): Chi come me ha la fortuna di avere un orto sarà avvantaggiato. Comunque spero che un po’ di frutta e verdura non ti manchi nel frigorifero 😉

PREPARAZIONE (10€-20€): Improvvisarsi allevatori può essere molto pericoloso per le chiocciole, per questo bisogna informarsi bene prima di acquistarle. Per chi ha già esperienza con la terraristica, una lettura di questo blog potrebbe essere sufficiente. Se invece cominci da zero ti consiglio un manuale completo di allevamento. Lo suggerisco perché l’ho scritto io, ma soprattutto perché vale la pena investire un 10% in più all’inizio per evitare che le chioccioline muoiano per colpa nostra. Chi acquista un animale esotico senza prima informarsi è un irresponsabile. Questo manuale è l’unico in lingua italiana sulle chiocciole giganti e lo puoi trovare su Amazon.

GUADAGNI:

Come puoi vedere, ad eccezione dell’investimento iniziale, le spese da sostenere sono veramente irrisorie (frutta, verdura, calcio). Per quanto mi riguarda, però, ho iniziato ad allevare chiocciole senza poter contare su uno stipendio e so quanto l’aspetto economico possa inizialmente rappresentare un ostacolo. Quei pochi soldi necessari per iniziare, me li sono dovuti sudare (poi ti spiego in quale modo geniale) e col tempo me li sono ripagati grazie all’allevamento. Come? Vendendo le chioccioline.

guscio euro

Partiamo dal presupposto che è quasi impossibile fare di questa attività una fonte di reddito significativa. Tuttavia se vendi qualche chiocciolina su Subito.it potrai arrotondare e investire nel materiale o, perché no, in qualche specie più rara di chiocciola.

Attenzione però, non lasciar schiudere tutte le uova, altrimenti poi ti ritrovi con decine di chioccioline che non riuscirai a vendere!

GUADAGNI EXTRA:

Ok, vendendo i cuccioli di Achatina non si guadagna moltissimo, ma si può rendere economicamente sostenibile l’allevamento. Adesso però ti svelo alcuni modi in cui grazie alle chiocciole si può avere un vero e proprio business. Lo anticipo già: non ho mai sperimentato nessuno di questi metodi, ma c’è chi fa molti soldi in questo modo, specialmente con le chiocciole che si possono trovare anche in Italia:

  • Vendendo chiocciole da mangiare. Ne avrai sicuramente sentito parlare… enormi allevamenti di lumache (sia europee che africane), che vengono cresciute per essere mangiate. Non solo in Francia, ma anche in molte parti d’Italia, la lumaca è un piatto prelibato. Questo tipo di business richiede un certo investimento, ma può risultare molto proficuo. Io ho approfondito l’argomento grazie a questo libro di Avagnina, che ho trovato molto interessante soprattutto perché non si parla solo di teoria, ma anche di cifre concrete.
  • Vendendo la bava. Creme e cosmetici a base di bava di lumaca… non ne hai mai sentito parlare? Eppure è stato dimostrato scientificamente che la bava ricavata dalle lumache è ottima per la pelle. Addirittura in alcuni paesi vengono lasciate strisciare sul volto dei clienti.
  • Vendendo il “caviale”. Ebbene sì, le uova di chiocciola sono ritenute una vera e propria prelibatezza. Dicono che il loro sapore ricordi un po’ quello dei funghi, ma sinceramente non le ho mai provate.
    polymita picta
    Alcuni gusci della chiocciola cubana Polymita Picta (flickriver.com)
  • Vendendo i gusci. Alcune chiocciole hanno dei gusci davvero particolari, che sono molto apprezzati. Tra le mie preferite ci sono Achatina achatina (una chiocciola gigante) e Polymita picta (una piccola chiocciola cubana). Purtroppo queste ultime sono a rischio estinzione proprio perché cacciate per il loro splendido guscio. Nulla però ti vieta di vendere il guscio del tuo animale domestico deceduto, anche se io preferisco conservarli.

COME PROMESSO, IL METODO GENIALE:

Per concludere, come promesso, ti svelo il metodo che non c’entra nulla con l’allevamento, ma grazie al quale sono riuscito a mettere via un po’ di soldi per iniziare l’allevamento. Se ti dico che si parla di scommesse sportive sono sicuro che mi guardi male… eppure è proprio così. In pratica esiste un metodo per vincere le scommesse, qualunque sia il risultato finale. In Inghilterra lo utilizzano da anni, ma in Italia sono stato tra i primi a provarlo nel lontano 2018 (grazie ad un amico che me l’ha consigliato). Ormai è abbastanza conosciuto anche qui.

La cosa bella è che è semplice anche per chi non ha mai giocato le schedine (ed io ero tra quelli) e funziona al 100%. Si guadagnano circa 300/400€ al mese dedicando mezz’oretta al giorno. E soprattutto è assolutamente legale.

Spiegazione brevissima:

Ti svelo un attimo come funziona, se sei curioso. In pratica molti siti di scommesse offrono un bonus di benvenuto quando ti iscrivi. Il bonus, però, non può essere prelevato subito; bisogna prima scommettere! Il trucco sta nello scommettere il bonus su un risultato (per esempio “Non vince la squadra 1”). Poi, in un sito di scommesse differente, si scommette sul risultato opposto (per esempio “Non vince la squadra 1”). In questo modo il bonus di benvenuto diventa prelevabile in ogni caso… sei sicuro al 100% di aver vinto. Oltre ai bonus di benvenuto ce ne sono molti altri, che in quei mesi mi hanno fatto gioire parecchio.

È possibile fare queste operazioni anche da soli, ma se vuoi guadagnare davvero bene ti consiglio di iscriverti ad un sito che fornisce tutte le guide e gli strumenti necessari per rendere la cosa super-intuitiva e profittevole. Si ottengono subito 9€, senza iscrizioni. Poi, per chi volesse continuare a guadagnare, c’è la possibilità di fare la versione Premium. Sì, costa 20€ al mese, ma ne vinci almeno dieci volte tanti. Te lo posso garantire io, Alessandro, e ci metto la faccia. È una cosa che ho fatto per diversi mesi, anche dopo aver trovato un lavoro fisso, perché si guadagna parecchio con il minimo sforzo. Mi pareva interessante dare anche questo consiglio extra-chioccioloso. Questo è il link del sito, spiegano tutto loro.

Se non hai capito qualcosa scrivimi pure a [email protected]

Una cosa l’hai capita, però, ci sono davvero tanti modi per guadagnare allevando chiocciole!